iSpedire

iSpedire

Come spedire un pacco

Martedì, 29 Aprile 2014

Come comportarsi di fronte all’esigenza di fare una spedizione? Come posso spedire un pacco? Sono domande ricorrenti di chi, magari con poca dimestichezza in materia di spedizioni, si trova a dover affrontare la necessità di preparare la spedizione di un pacco a qualcuno e non vuole commettere errori, che potrebbe pagare a caro prezzo.

Parlando di pacco da spedire è necessario soffermarsi e sottolineare l’importanza di una adeguata cura nella preparazione dell’imballo. Da sempre suggeriamo l’utilizzo di materiali di contenimento da utilizzare per riempire gli spazi vuoti degli imballi e con cui proteggere i prodotti, e l’impiego di scatole di dimensioni idonee (né troppo grandi né troppo piccole) e integre. Per più approfondite informazioni circa l’imballaggio suggeriamo di leggere i nostri consigli: consigli per l'imballaggio.
Una volta che il pacco è pronto per la spedizione, è importante stabilire la modalità, ovvero il circuito o il canale che dir si voglia, che vogliamo utilizzare per effettuare il trasporto. In Italia esistono due diversi circuiti: le Poste e il corriere. Questi due distinti circuiti presentano diverse caratteristiche e rispondono in genere a diverse esigenze.
Il corriere - solitamente inteso come espresso - può dare indiscutibilmente vantaggi sul tempo impiegato per effettuare la consegna e sulla praticità di poter ritirare il pacco a domicilio (presso la vostra abitazione, o presso quella di un amico/parente, o in ufficio). Le Poste per contro offrono una notevole economicità e una maggiore ampiezza della gamma di servizi. Quale sia la scelta migliore è impossibile da stabilire. Ognuno di noi ha bisogni diversi e diverse necessità da soddisfare, e di conseguenza la scelta non può che essere personale. 

schermata videpUna volta stabilito quale sia il circuito più adatto alle nostre esigenze, dovremo preparare i documenti della spedizione. A tal fine è fondamentale dotarsi dell’indirizzo di consegna completo. Per completo s’intende indirizzo, n° civico, eventuale piano, eventuale scala, il nome sul campanello se diverso dal nome del ricevente, città, provincia e CAP. Tutte queste informazioni agevoleranno il buon esito della consegna ed eviteranno problemi e rischi di giacenza.

Il documento richiesto per effettuare la spedizione è chiamato lettera di vettura. Questa può essere in formato cartaceo oppure on line - si tratta di un form all’interno di un sito da compilare in ogni sua parte, dal quale il corriere (solitamente questo form viene utilizzato dai corrieri espressi) prende i dati della spedizione. Nella lettera di vettura è fondamentale riportare le informazioni relative all’indirizzo del destinatario (come sopra indicate), poi devono essere indicati il peso lordo e le misure dei tre lati del pacco (nel caso i pacchi da spedire siano più di uno, sarà fondamentale indicare per ciascuno il peso lordo e le dimensioni), e quindi dovranno essere indicati gli eventuali servizi accessori alla consegna desiderati (copertura assicurativa sul valore, contrassegno, consegna al piano, appuntamento, ecc…).

Nel caso usiate un corriere espresso, nella lettera di vettura sarà richiesto anche di indicare l’indirizzo di ritiro (l’indirizzo deve essere completo, come sopra indicato per il destinatario).
Una volta preparata la lettera di vettura non dovrete fare altro che attendere il corriere per il ritiro del pacco o, se avete scelto di affidare il vostro pacco alle Poste, portarlo al più vicino ufficio postale.

Costo spedizione da 6,95 €

Calcolo costo spedizione

Consigli per la spedizione

Assistenza per spedizione pacco

iSPedire Social Sharing