iSpedire

iSpedire

Il peso tassabile, questo sconosciuto

Domenica, 02 Marzo 2014

Per rispondere alla domanda quanto costa spedire un pacco, dobbiamo prima avere ben chiari alcuni concetti fondamentali relativi al calcolo del costo di spedizione. In precedenti articoli - rispettivamente "come calcolare il costo di trasporto" e "il rapporto peso-volume - abbiamo già trattato il significato del peso lordo e del peso volumetrico, del peso tassabile ne parliamo in questo.

Il peso tassabile rappresenta il fulcro del calcolo del costo di trasporto, è quindi un argomento di estrema importanza che deve necessariamente essere compreso da chi utilizza servizi di trasporto. E’ un argomento tecnico, non è un argomento semplice. Proviamo a chiarirne meglio il significato.

einsteinIl peso tassabile esprime il peso sul quale il corriere applica la tariffa di trasporto, che a sua volta dipende oltreché dal peso tassabile, anche dagli scaglioni di peso e dalla modalità di arrotondamento.

Il peso tassabile è il risultato del confronto fra il peso volumetrico e il peso lordo. Il maggiore dei due sarà il peso tassabile. Quindi per definire ancora una volta il peso tassabile una volta compreso il peso volumetrico, potremmo dire che il peso tassabile è il maggiore fra il peso volumetrico e il peso lordo. Infatti se il peso lordo dovesse essere superiore al peso volumetrico, sarà la base di calcolo del costo di trasporto. 

Giunti con perseveranza al peso tassabile, saremo in grado di calcolare il costo di trasporto. Sarà infatti sufficiente verificare la struttura della tariffa di trasporto per stabilire il costo. Ad esempio se la tariffa è composta da scaglioni di peso, come ad esempio da 0 a 3 kg e da 4 a 10 kg, sarà sufficiente prendere in considerazione lo scaglione che racchiude il nostro peso tassabile per scoprire a quanto ammonta il costo di trasporto.

Se viceversa la tariffa è espressa come costo da applicare ogni 100 kg, sarà necessario considerare anche il parametro dell’arrotondamento – anch’esso fornito dal corriere e solitamente successivo al rapporto peso volume – che serve ad arrotondare per eccesso il peso tassabile ai 50 kg o 100 kg superiori.

Facciamo un esempio pratico. Supponiamo di dover fare una spedizioni di un pacco di una lunghezza di 60 cm, una larghezza di 50 cm e un’altezza di 30 cm e di un peso lordo di 3 kg.

La prima cosa di cui ci dobbiamo preoccupare sarà quella di trovare il peso volumetrico. Per calcolarlo dovremo quindi moltiplicare i tre lati fra loro e dividere il tutto per 4000, ovvero (60x50x30) / 4000 = 22,50 kg. Adesso confrontiamo il peso volumetrico con quello lordo per stabilire il peso tassabile, 22,50 > 3, quindi 22,50 kg sarà il nostro peso tassabile. Se la tariffa del corriere – come di solito – è strutturata in scaglioni di peso, basterà semplicemente prendere lo scaglione che comprende il nostro peso tassabile per calcolare il costo di trasporto.

Costo spedizione da 6,95 €

Calcolo costo spedizione

Consigli per la spedizione

Assistenza per spedizione pacco

iSPedire Social Sharing