iSpedire

iSpedire

Come si compone il costo di giacenza

Mercoledì, 16 Ottobre 2013

La giacenza è uno stato della spedizione (esattamente come gli altri stati: inviata, in consegna e consegnata). Una spedizione entra in giacenza quando a causa di vari motivi non è stato possibile effettuare la consegna del pacco o dei pacchi al destinatario. Il mittente dovrà fornire le istruzioni di svincolo in modo da favorire il positivo esito della spedizione.

giacenzaFacciamo un esempio per comprendere realmente il funzionamento della procedura: supponiamo di dover consegnare un pacco ad un destinatario presso un indirizzo residenziale. L'autista si recherà presso l'indirizzo, suonerà al campanello indicato e attenderà che qualcuno lo apra. Considerato che stiamo trattando il tema della giacenza, supponiamo che il destinatario non sia in quel momento in casa. L'autista lascerà un avviso indicante la tentata consegna, e riporterà la spedizione in filiale. Da questo momento la spedizione "entra in giacenza". Il mittente riceverà l'informazione circa la mancata consegna e l'ingresso della spedizione in giacenza. A questo punto il mittente può scegliere fra tre diverse opzioni (queste sono chiamate istruzioni di svincolo di giacenza): chiedere che il pacco o i pacchi siano riconsegnati, chiedere che il pacco o i pacchi siano restituiti al mittente o chiedere che il pacco o i pacchi siano trattenuti in filiale e messi a disposizione del destinatario per il ritiro 

Il corriere provvederà ad eseguire le istruzioni ricevute.

Occupiamoci adesso delle operazioni che il corriere compie durante la gestione della giacenza: invio dell'informazione al mittente, custodia presso la filiale o riconsegna o reinvio al mittente.

 E' importante fare attenzione a queste operazioni perché corrispondono alla composizione del costo di giacenza, che quindi prevede un costo iniziale di apertura di giacenza, un costo di sosta e un costo di riconsegna o reinvio al mittente. Tali costi possono per semplicità apparire in un'unica voce "giacenza", oppure essere presentati in tre singole voci distinte: apertura giacenza, sosta e riconsegna (o reinvio).

Considerato che il costo iniziale di apertura giacenza non è preventivabile, e che la risoluzione prevede comunque o la riconsegna o il reinvio, l'unica voce di costo che può essere controllata è la sosta. Nella giacenza viene sempre prevista una sosta minima (intesa come franchigia) oltre la quale, qualora non siano state ricevute istruzioni di svincolo, inizierà a maturare il costo di sosta. Pertanto è chiaro che questo costo può essere gestito totalmente dal mittente (o dal mandante se diverso). Una comunicazione delle istruzioni di svincolo tempestiva può sicuramente evitare che il costo per la sosta lieviti.

E' fondamentale sapere che nel caso la riconsegna non vada a buon fine, la spedizione entrerà nuovamente in giacenza. Allo stesso modo se il destinatario non provvederà al ritiro in filiale entro il giorno seguente all'invio delle istruzioni di svincolo, la spedizione entrerà nuovamente in giacenza. In questi casi si parla di una nuova giacenza, il che significa che inizierà nuovamente il calcolo dei costi come sopra descritto.

Costo spedizione da 6,95 €

Calcolo costo spedizione

Consigli per la spedizione

Assistenza per spedizione pacco

iSPedire Social Sharing