iSpedire

iSpedire

Le consegne presso caselle postali

Giovedì, 19 Settembre 2013

763px-PostfachschraenkeLe consegne alle caselle postali possono rappresentare un problema per i mittenti perché non c’è possibilità di avere la prova di consegna. Per questo motivo molti corrieri espressi hanno deciso di evitare di effettuare consegne presso caselle postali.

Il settore dei trasporti si è evoluto moltissimo nel corso degli ultimi 10 anni. Nuovi mercati sono sorti grazie ad internet e alla sua capacità di mettere in contatto persone provenienti da ogni dove. Più nello specifico, i market place rappresentano al giorno d’oggi il luogo ideale dove domanda e offerta si incontrano online.

Come in ogni compravendita, dopo un primo approccio, si genera una transazione fisica, e da qui l’esigenza di un trasporto. Tuttavia nelle transazioni derivanti da questi market place online e per i loro utenti, risulta di fondamentale importanza la prova di consegna, ancor più degli utenti B2B. Infatti diventa necessario dimostrare in modo certo l’avvenuta consegna della spedizione.

In molti siti online dove venditori e compratori si incontrano, ad esempio eBay, la prova i consegna risulta essere il documento su cui basare la risoluzione di qualsiasi controversia. Lo stesso circuito di pagamento conosciutissimo fra gli internauti, PayPal concede la possibilità di godere della loro protezione venditori solo a patto che per ogni consegna si disponga della relativa prova. Abbiamo comunque già trattato ampiamente l’argomento “prova di consegna” e, per tutti coloro che fossero interessati all'argomento, consiglio di leggere il nostro articolo sul blog http://ispedire.alpiexpress.it/blog/25-perche-richiedere-la-prova-di-consegna.

In seguito quindi alle nuove esigenze dei mittenti, incentrate appunto sull’importanza della prova di consegna, risulta in controtendenza effettuare una consegna presso una casella postale; laddove cioè non sia possibile ottenere una controfima del destinatario che accerti l'accettazione della spedizione. Le caselle postali infatti vengono di norma affittate dalle Poste Italiane e sono dislocate presso gli uffici postali. L’accesso è libero e non vi è nessun incaricato predisposto all’accettazione (e quindi alla controfirma dei documenti) delle spedizioni destinate ai locatari delle caselle postali. Per questo motivo dunque non vi è la possibilità di disporre della prova di consegna. 

Consentire ad effettuare le consegne presso caselle postali, equivale a non poter rispondere alle attuali esigenze degli utenti, e in fin dei conti a fare un passo nella direzione opposta a quella ormai intrapresa dall’evoluzione dei trasporti.

Costo spedizione da 6,95 €

Calcolo costo spedizione

Consigli per la spedizione

Assistenza per spedizione pacco

iSPedire Social Sharing