iSpedire

iSpedire

Come calcolare il costo di trasporto

Mercoledì, 10 Luglio 2013

 

altezzalarghezzalunghezzaCalcolare il costo di trasporto può sembrare un’operazione piuttosto semplice ed immediata, ma in realtà non è cosi. Ci sono una serie di fattori che incidono sul prezzo di trasporto, e se non tenuti in considerazione a dovere, possono portare a differenze fra il costo preventivato e l’effettiva fatturazione.
Il fattore che più incide sul costo di trasporto è il peso, ovviamente. Tuttavia nell’ambito del trasporto esistono tre diversi tipi di trasporto: peso lordo, peso volumetrico e peso tassabile. E qui per l’utente medio la questione inizia a complicarsi.

Il peso lordo corrisponde al peso espresso in kg del pacco o dei pacchi da spedire.

Il peso volumetrico è il risultato della proporzione fra peso/volume e corrisponde al valore in termini di kg, che viene dato al cubaggio della spedizione. Comunemente definito anche rapporto peso/volume, viene calcolato con la formula: lunghezza (in cm) x larghezza (in cm) x altezza (in cm)/4000. Il risultato di questa formula esprime il peso in proporzione al volume. Il divisore della formula sopra riportata può variare in base al tipo di trasporto (via aerea, via mare o via terra).

Il peso tassabile corrisponde al maggiore fra il peso lordo e il peso volumetrico, ed è la base di calcolo per il costo di trasporto.

Facciamo un esempio per rendere comprensibile il concetto:

Supponiamo di avere una spedizione di una scatola di 20 kg e di misure 60x60x40 cm. Il calcolo della tariffa procederà quindi calcolando il peso volumetrico, quindi (60x60x40)/4000=36 kg. A questo punto dobbiamo confrontare il peso lordo con il peso volumetrico per ottenere il peso tassabile. Pertanto secondo il nostro esempio, 20 kg è inferiore a 36 kg quindi il nostro peso tassabile sarà 36 kg. Il costo del trasporto dovrà essere calcolato considerando 36 kg.

Supponiamo adesso invece che la nostra scatola di 20 kg abbia le misure 40x40x30 cm. In questo caso il nostro peso volumetrico sarà di 12 kg (40x40x30)/4000=12. Il nostro peso tassabile sarà quindi 20 kg, ovvero il risultato fra il confronto tra 20 kg e 14 kg. In questo caso quindi la base di calcolo della nostra tariffa sarà di 20 kg.

Solitamente il costo di trasporto è espresso in fasce di peso, per cui sarà sufficiente adesso che abbiamo calcolato il peso tassabile, consultare la tariffa relativa alla fascia di peso.
In altri casi, ad esempio quando la spedizione supera i 100 kg, la tariffa di trasporto può essere espressa in euro per chilogrammo o in euro per cento chilogrammi, in questo caso subentra un altro aspetto che influisce sul costo di trasporto: l’arrotondamento.

L’arrotondamento prevede che il peso tassabile sia arrotondato ai 50 kg superiori (o a 100 kg superiori in alcuni casi). Ad esempio: supponiamo di avere una spedizione che pesa 80 kg lordi, e un peso volumetrico di 115 kg (calcolati con la formula di cui sopra). In questo caso il nostro peso tassabile sarà di 150 kg, e la tariffa dovrà essere calcolata su 150 kg.

Per concludere quindi ricordo che influiscono nel calcolo della tariffa il peso lordo, il peso volumetrico e il peso tassabile ed è quindi necessario conoscere questi valori. Infine deve essere anche considerato che in alcuni casi il peso tassabile deve essere arrotondato.

Costo spedizione da 6,95 €

Calcolo costo spedizione

Consigli per la spedizione

Assistenza per spedizione pacco

iSPedire Social Sharing